TFC Tour 2019 - 3ª Berico-Euganea

  • In
  • 05/01/2019
  • Antonio Corte
img

Siamo arrivati alla terza edizione di questo magico evento che vedrà correre su e giù per le nostre colline molti atleti ed appassionati. Poco meno di 200 chilometri la traccia della randonnèe con 2800 m. dsl mentre la ciclopedalata di 130 chilometri arriva ad un dislivello di circa 1700 m. (altimetrie da verificare in fase di pubblicazione delle tracce).

Un percorso meraviglioso, tutto nuovo ed abbastanza impegnativo, le salite brevi ma con pendenze importanti fanno sì che questo tracciato diventi molto allenante per un inizio di stagione impegnativa in prospettiva dell’evento più importante dell’anno, la PBP 2019. Partenza come al solito da Camazzole direzione Pozzoleone e Bressanvido, da Poianella si gira a destra verso Lupia e dopo aver passato il ponte sul torrente Astico ci si dirige verso Vigardolo. Vicenza è vicina e arriveremo quasi al centro della città passando a fianco dello storico ponte degli Angeli. Si va a costeggiare lo stadio Romeo Menti per prendere la Riviera Berica che pedaleremo fino alla località di S. Croce Bigolina dove girando a destra andremo a Tormeno e poi a Torri di Arcugnano. Eccoci ci siamo, Pianezze prima salita della giornata, al 30° km. la strada sale impegnando tutti i ciclisti per 20 km. di sali e scendi continui fino alla località di Meledo. Qualche chilometro di pianura passando per Almisano ed arriviamo a Lonigo, costeggiando i Berici arriviamo ad Alonte dove ci sarà il primo ristoro di giornata per chi affronterà il percorso lungo e sarà l’unico ristoro per chi invece concluderà la ciclopedalata dei 130 km.. Orgiano e poi a sinistra per tenere ancora la vallata dei Berici fino ad arrivare a Villa del Ferro dove girando a destra entriamo nel piccolissimo Borgo Campolongo. Salita breve ma importante, 16% la pendenza, tagliando poi la vallata parallela saliamo a S. Donato per scendere poi a Barbarano Vicentino. Salutiamo le colline dei Berici e percorriamo il tratto in pianura fino ad arrivare a Carbonara prima località dei colli Euganei, in pochi minuti siamo a Zovon e da qui la strada che inizia a salire diventa impegnativa. Paesaggi incredibili che escono dopo ogni curva o dopo l’uscita dei boschetti percorsi pedalando in stradine strette e caratteristiche. Valnogaredo, Fontanafredda, Cinto Euganeo, Valle S. Giorgio e Baone dove anziché girare verso Este teniamo la strada per passare la zona di Preare ed i laghetti di Casette. Qui, costeggiando un canale, iniziamo a percorrere un tratto di strada sterrata molto piana e ben battuta e senza buche, dove, con la giusta attenzione, si può viaggiare anche a velocità sostenuta, attenzione al dare la precedenza nei ponti di incrocio. Marendole e poi si arriva a Monselice passando appena fuori dal centro, chi vuole, lasciando di poco la traccia percorrendo poche decine di metri, può entrare nel centro storico di Monselice. Si torna in traccia, direzione Arquà Petrarca dove una volta arrivati al borgo non potremo più entrare nel paese in bicicletta, purtroppo a causa di una ordinanza comunale il passaggio ai ciclisti nella giornata di domenica è vietato. Arrivando poco prima del divieto di transito giriamo a sinistra, breve salita e discesa dopo di che la traccia ci indica di cambiare direzione, bene, girando a destra iniziamo la salita più dura della giornata, la strada che ci porterà verso il parco dei colli Euganei avendo sulla sinistra il monte Venda e sulla destra il monte Rua è di una bellezza unica, traffico quasi azzerato e tutta immersa nel verde tipico delle nostre colline. Castelnuovo e poi Teolo per scendere a Villa, ultimi chilometri dei colli Euganei prima di iniziare la pianura che ci porterà verso la meta. Cervarese S. Croce, Montegalda, Grisignano di Zocco, noto paese dove in settembre viene organizzata una delle più antiche fiere d’Italia e ancora Camisano Vicentino e Gazzo. Pochi chilometri ancora per concludere questo fantastico viaggio, Carmignano di Brenta è vicino e per arrivare a Camazzole poi ci si impiega pochissimi minuti dove, una volta arrivati, potrete utilizzare il servizio docce e trovare un ricco pasta party. 

 Il tracciato è pronto ma la traccia sarà scaricabile verso la fine di gennaio direttamente dalla sezione mappa o dal sito www.bikevicenza.it oppure il file in formato .gpx qui. Il roadbook sarà pubblicato entro la fine di marzo. Si ricorda che questa manifestazione non è agonistica, non c'è classifica, non ci sono premi e serve rispettare la media oraria minima di 15 km/h e massima di 30 km/h come regolamento ARI 

Il costo di iscrizione è di € 15,00 per chi paga con Paypal entro le ore 24.00 del 5 aprile e per chi paga con bonifico bancario entro le ore 24.00 del 4 aprile. Per chi volesse iscriversi dopo tale data sino alla mattina del giorno della manifestazione il costo sarà di € 20,00. La preiscrizione online ha un costo minore ed agevola la registrazione dei vostri dati diminuendo i tempi di attesa nella giornata della manifestazione.

  Si ricorda che per partecipare a questa manifestazione serve avere una età minima di anni 18 e massima di anni 75 ed essere affiliati ad un ente riconosciuto dal CONI con il tesseramento per l'anno 2019 valido per effettuare corse AGONISTICHE (tessera amatore).

 AL MOMENTO DEL RITIRO DEI DOCUMENTI DI VIAGGIO VIENE RICHIESTA LA VISIONE DEL TESSERINO DI AFFILIAZIONE ALL'ENTE RICONOSCIUTO DAL CONI.

 Ricordiamo che il ricavato andrà a beneficio della nostra Associazione onlus di riferimento il Team for Children Vicenza  

Non solo bicicletta

Come gli scorsi anni nella giornata della manifestazione saranno raccolti dei giocattoli nuovi o usati di qualsiasi tipo e grandezza che verranno poi consegnati al gruppo volontari del Team for Children che a loro volta andranno a consegnarli ai bambini del Centro Pediatrico Oncologico dell'Ospedale San Bortolo di Vicenza.

Per info contattare:

 info@bikevicenza.it

eurotoni1961@gmail.com

 cell. 348 5342020